Go to Top

Art. 220 – Denuncia di creditori inesistenti e altre inosservanze da parte del fallito

È punito con la reclusione da sei a diciotto mesi il fallito, il quale, fuori dei casi preveduti all’art. 216, nell’elenco nominativo dei suoi creditori denuncia creditori inesistenti od omette di dichiarare l’esistenza di altri beni da comprendere nell’inventario, ovvero non osserva gli obblighi imposti dagli art. 16, nn. 3 e 49.
Se il fatto è avvenuto per colpa, si applica la reclusione fino ad un anno.

Prassi/Giurisprudenza
Art. 220 - Denuncia di creditori inesistenti e altre inosservanze da parte del fallito
Bancarotta documentale semplice e fraudolenta - Obbligo di deposito delle scritture contabili - Scritture contabili irregolari - Concorso (Cass. pen. 10.12.2013 n. 49789)
Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *