Go to Top

Art. 217 bis – Esenzioni dai reati di bancarotta (1)

Le disposizioni di cui all’articolo 216, terzo comma, e 217 non si applicano ai pagamenti e alle operazioni compiuti in esecuzione di un concordato preventivo di cui all’articolo 160 o di un accordo di ristrutturazione dei debiti omologato ai sensi dell’articolo 182-bis o del piano di cui all’articolo 67, terzo comma, lettera d), ovvero di un accordo di composizione della crisi omologato ai sensi dell’articolo 12 della legge 27 gennaio 2012, n. 3 (2), nonche’ ai pagamenti e alle operazioni di finanziamento autorizzati dal giudice a norma dell’articolo 182-quinquies (3).

Note:
(1) Articolo inserito dall’art. 48, comma 2-bis, DL 31.5.2010 n. 78, convertito, con modificazioni, dalla L. 30.7.2010 n. 122, in vigore dal 31.7.2010.
(2) Le parole “o del piano di cui all’articolo 67, terzo comma, lettera d), ovvero di un accordo di composizione della crisi omologato ai sensi dell’articolo 12 della legge 27 gennaio 2012, n. 3” sono state sostituite alle precedenti “ovvero del piano di cui all’articolo 67, terzo comma, lettera d)” dall’art. 18, comma 2-bis, DL 18.10.2012 n. 179, convertito, con modificazioni, dalla L. 17.12.2012 n. 221.
(3) Le parole “, nonche’ ai pagamenti e alle operazioni di finanziamento autorizzati dal giudice a norma dell’articolo 182-quinquies” sono state inserite dall’art. 33, comma 1, lett. l-bis), DL 22.6.2012 n. 83, convertito, con modificazioni, dalla L. 7.8.2012 n. 134. Per l’applicazione della presente disposizione si veda il successivo comma 3.

Prassi/Giurisprudenza
Art. 217 bis - Esenzioni dai reati di bancarotta (1)
Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *