Go to Top

Art. 141 – Nuova proposta di concordato (1)

Reso esecutivo il nuovo stato passivo, il proponente è ammesso a presentare una nuova proposta di concordato. Questo non può tuttavia essere omologato se prima dell’udienza a ciò destinata non sono depositate, nei modi stabiliti del giudice delegato, le somme occorrenti per il suo integrale adempimento o non sono prestate garanzie equivalenti.

Note:
(1) Articolo sostituito dall’art. 127, comma 1, DLgs. 9.1.2006 n. 5, in vigore dal 16.7.2006.
Testo precedente: “(Nuova proposta di concordato). – Reso esecutivo il nuovo stato passivo, il fallito è ammesso a proporre un nuovo concordato. Questo non può essere omologato se prima dell’udienza a ciò destinata non sono depositate, nei modi stabiliti dal giudice delegato, le somme occorrenti per il suo integrale adempimento.”.

Prassi/Giurisprudenza
Art. 141 - Nuova proposta di concordato (1)

IVA - Giudicato formatosi in capo alla società - Effetti in capo ai soci di snc (Cass. 15.6.2011 n. 13084)
Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *